Ingresso di Aquardens, le Terme di Verona.

Aquardens: un pomeriggio al parco termale più grande d’Italia.

Pescantina (VR). Via Valpolicella n. 63.

Dopo una settimana di (più o meno) duro lavoro, cosa ci può essere di meglio di un pomeriggio alle terme? Assolutamente nulla! Ve lo confermo dopo essere stata al parco termale Aquardens: non c’è niente di più rilassante! Sì, forse sorseggiare un mojito su una spiaggia caraibica… ma, se vogliamo restare con i piedi per terra, le terme vanno più che bene! 😀

Situato a pochi chilometri da Verona, Aquardens è un vero paradiso per singoli, coppie, gruppi e famiglie. Sì, confermo, i bambini ci sono, ma se si tuffano o fanno eccessivo rumore vengono richiamati dallo staff. Dopo aver letto certe recensioni, immaginavo la ressa dell’idroscalo a ferragosto… Macché! Pur essendo andati al parco di domenica, abbiamo avuto modo di rigenerarci e muoverci in tutta comodità, con parecchio spazio a disposizione. Non temete!

Le aree del parco termale

Aquardens è suddiviso in diverse parti, accessibili o meno in base al pacchetto scelto. Noi abbiamo usufruito solamente dell’Area Termale, ma vi do comunque un assaggio di quel che potete trovare.

Area Termale:

L’Area Termale comprende l’immensa Laguna dell’Energia e del Relax, il River (una sorte di “fiume” in cui seguire il flusso dell’acqua o camminare controcorrente), le vasche termali Caracalla, la Grotta dell’Armonia (dove rilassarsi con suoni e colori), la Grotta della Fonte, il Percorso Kneipp con l’alternarsi di acqua calda e fredda, la Salina, la Calla di Vapore, le vasche Abbraccio e Coccola per i più piccoli, e in estate anche i Laghi Termali e l’Isola del Sole (a temperatura ambiente).
È possibile inoltre chiedere una maschera di fango al Mask Point (al costo di €. 1,50).
Tutte le vasche contengono acqua termale salso-bromo-idrica, con temperature che variano dai 28 ai 38 gradi. Quest’acqua ha diverse proprietà benefiche: è consigliata in particolar modo per le patologie artro-reumatiche, vascolari e dermatologiche.

Sauna Village:

Solo per maggiori di 14 anni.
Il Sauna Village comprende il Bagno Turco, la Sauna Celtica, la Sauna Contemporanea, la Banya Russa ed infine le Cascate Siberiane (con acqua fredda). È dotata inoltre di un bar in acqua, di un’area relax al coperto e, solamente nel periodo estivo, dell’Oasi Beach, con poltrone, gazebo e una distesa di sabbia bianca.
Nel Sauna Village è necessario avere un telo di spugna o di cotone sul quale sedersi durante la sauna ed un costume in TNT che viene fornito (gratis) al primo accesso. In alternativa, potete portare con voi un secondo telo per coprire le parti intime.

Spa Lounge:

Solo per maggiori di 14 anni.
La Spa Lounge comprende il Bagno Turco, il Bagno Mediterraneo, la Soft Sauna, la Sauna Finlandese, le Docce Emozionali, la Cascata di Ghiaccio, la Stanza del Sale, una comoda area relax affacciata sul parco termale e un’area tisane.
Come per il Sauna Village, anche nella Spa Lounge è necessario avere il telo di spugna/cotone e il costume in TNT.

Cosa portare ad Aquardens

Il minimo indispensabile da portare alle Terme di Verona è:
– costume (contenitivo per i bambini sotto i 3 anni),
– telo e/o accappatoio,
– ciabatte di plastica.
Se non li avete (o li avete dimenticati), è possibile acquistare in loco costume e ciabatte, noleggiare il telo (€. 3,00) oppure l’accappatoio (€. 5,00).
La cuffia non è obbligatoria, ma chi ha i capelli lunghi deve tenerli legati.

Come è strutturato Aquardens

All’ingresso delle Terme di Verona, vi verrà consegnato un bracciale elettronico (simile a un orologio) che serve per accedere alla struttura, per aprire/chiudere l’armadietto personale e per effettuare i pagamenti all’interno del parco termale. Attenzione: se lo smarrite la penale è di €. 100,00 per gli adulti (pari al numero massimo di consumazioni) e di €. 30,00 per i minori di 14 anni!

Dopo aver sceso le scale, troverete gli spogliatoi, divisi per colore (potete scegliere quello che preferite). Ci sono moltissime cabine, e non c’è distinzione tra uomo e donna. Le docce, invece, sono separate, così come pure i servizi igienici. Sono a disposizione anche numerosi phon. Gli spogliatoi, così come i bagni, sono pulitissimi!

Oltre gli spogliatoi c’è la zona armadietti: sceglietene uno di quelli aperti per lasciare le vostre cose. Le indicazioni comunque sono molto chiare.

All’interno dell’Area Termale ci sono poi appendiabiti, box e ripiani per salviette/accappatoi. Quindi non occupate inutilmente i lettini e le sdraio mentre siete in acqua!

* * *

Nel complesso, abbiamo passato ad Aquardens, le Terme di Verona, diverse splendide giornate all’insegna del relax. Ha superato di gran lunga ogni nostra aspettativa e non vediamo l’ora di tornare ad immergerci nelle sue calde acque!

Voi siete mai stati alle terme, o al parco termale Aquardens in particolare? Qual è stata la vostra impressione?

Raccontatemelo nei commenti, e se avete bisogno di altre informazioni non esitate a chiedere!

Jess


Informazioni utili:

Orari: Le Terme di Verona sono aperte tutto l’anno. QUI trovate gli orari sempre aggiornati.

Prezzi: QUI, cliccando su “Prezzi”, trovate le varie soluzioni disponibili. I biglietti sono acquistabili online (con un piccolo risparmio) o alle casse. Vi consiglio di iscrivervi alla newsletter per essere sempre aggiornati sulle frequenti promozioni!

Accessibilità: Parco accessibile a chiunque.

Parcheggio: È presente un ampio parcheggio gratuito.

Bar: Potete scegliere tra diverse opzioni: vi sono due ristoranti accessibili anche dall’esterno, un self service e un bar per i soli clienti di Aquardens, un bar immerso nelle acque della Laguna dell’Energia (il top!) e infine due chioschi esterni per la stagione estiva. N.B.: Non è possibile introdurre nel parco cibi o bevande.

Sito ufficiale

Pagina Facebook

Non ho scattato fotografie all’interno del parco termale per rispetto della privacy degli altri bagnanti.

Ti potrebbe interessare anche...

Parco Giardino Sigurtà: l’eden nel cuore del Veneto. Valeggio sul Mincio (VR). Via Cavour n. 1. Così recita il Messaggio della fratellanza, scolpito su una pietra tombale romana incontrata lungo il su...

10 commenti su “Aquardens: un pomeriggio al parco termale più grande d’Italia.”

  1. Per i bambini invece come è strutturata la giornata? c’è un pacchetto previsto anche per loro ?
    Ormai viaggio formato famiglia 😀

    1. I bambini possono accedere alla maggior parte delle vasche dell’Area Termale; inoltre è presente un’area bimbi con scivoli e miniclub (in inverno soltanto nei weekend e nei giorni festivi). E ovviamente entrano a prezzo ridotto. 🙂 Ce n’erano parecchi quando siamo andati noi! L’importante è non portare gommoni o cose ingombranti… 😉

  2. Ci sono stata prima di Natale e mi è piaciuto molto, un luogo curato e rilassante, nonostante ci fossero parecchie persone.

    1. Mi fa piacere Dani! Diciamo che, anche se c’è molta gente, lo spazio è parecchio perciò non si forma alcuna ressa e ci si può rilassare comunque.

  3. anche le terme hanno il loro fascino, e di certo si prestano anche a far parte di una teppa per un itinerario da quelle parti. bell’articolo, molto utile!

    1. Ti ringrazio Arianna! Hai ragione. Questa zona, poi, è ricca di posticini bellissimi, uno tra i tanti Lazise, sul Lago di Garda! Per non parlare della splendida Verona! 🙂

    1. Bravissima! E auguri! Hai ragione, bisogna coccolarsi e ritagliarsi del tempo per sé. 😊 Poi sai che il giorno del tuo compleanno paghi 1 ed entri in 2 se acquisti online?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.