Come prenotare con Booking

Booking: istruzioni per l’uso.

Booking.com, da quando ho iniziato a viaggiare in autonomia, rappresenta la salvezza.

Quando ho bisogno di cercare una sistemazione, ormai vado sul sicuro; in cinque anni non mi ha mai deluso, anzi, mi ha spesso sorpreso per le ottime proposte e i prezzi concorrenziali.

Ma come utilizzarlo nel modo corretto?

Per molti di voi è sicuramente una domanda banale. Per coloro, invece, che devono organizzare una vacanza per la prima volta non è così, ed è probabile che sentano il bisogno di una persona accanto che, passo dopo passo, spieghi loro come fare. Ecco, io sono qui per questo! 😉

Innanzitutto, vi informo che prenotare con Booking è semplicissimo. Mi è capitato diverse volte di dover cercare un albergo all’ultimo minuto, senza nemmeno avere un’idea della destinazione, e restare comunque parecchio soddisfatta!

Allora, siete pronti? Iniziamo!

1) Registrazione:

Come prima cosa vi dovete registrare al sito; potete farlo anche con il vostro account Facebook o Google, se preferite. Le informazioni di base che andrete ad inserire saranno, oltre all’indirizzo mail e alla password scelta, il vostro nome e cognome e un numero di cellulare. Potete aggiungere in seguito altre informazioni (come la carta di credito da utilizzare e l’indirizzo) nel vostro profilo, nella sezione “Impostazioni”.

2) Ricerca:

Ora tocca alla ricerca vera e propria. Nella parte alta della homepage di Booking trovate la scritta “X, quale sarà la tua prossima meta?”. Basta inserire la destinazione, che può essere una regione, il centro storico di una città oppure un intero Paese, le date di arrivo e partenza e il numero di persone. Poi cliccate su Cerca, et voilà, ecco a voi tutte le strutture presenti nella zona desiderata! Potete anche utilizzare la mappa per scegliere l’hotel in base alla posizione che preferite.

3) Filtri:

Vi trovate di fronte a un miscuglio di appartamenti, ostelli e hotel che spaziano dai 50 ai 2.000 euro, vero? Bene, per mettere un po’ d’ordine in questo caos, esistono i “Filtri”. Li trovate incolonnati nella parte sinistra della pagina, ben ordinati per tipologia.
Ogni volta che cliccate su un filtro, la pagina si aggiorna, perciò è necessaria un po’ di pazienza per aggiungerli tutti senza dare fuori di matto.
Io di solito mi limito a spuntare la fascia di prezzo (0-50 e 50-100 a notte), il punteggio degli ospiti (mai inferiore ad 8) e il bagno privato (indispensabile!).

4) Controllo:

Quando avete individuato una struttura interessante, fate attenzione e studiatela nel minimo dettaglio (aiutatevi anche con il sito ufficiale dell’hotel, se necessario). Cliccate sulla mappa e guardate in che zona si trova. A volte nella descrizione parlano di “posizione centrale”: al centro della periferia, intendono!
Piccolo aneddoto: c’è stata una volta in cui mi sono innamorata a prima vista di un albergo fiorentino, osannato nelle recensioni. Ho approfittato del prezzo basso e prenotato all’istante. Si trattava di una camera tripla che avrei dovuto condividere per un paio di notti con i miei genitori. Qualche giorno più tardi, riguardando le foto, mi sono accorta che (orrore!) il bagno era “a vista”. Vi immaginate l’imbarazzo? Sia ringraziata la cancellazione gratuita!
Comunque, torniamo a noi. Se tutto è davvero ok, se vi siete letti almeno 50 recensioni e avete sfogliato attentamente la gallery, se anche su TripAdvisor ne parlano in modo divino, allora potete procedere con la prenotazione!

5) Pagamento:

Moltissime strutture richiedono una carta di credito come garanzia, perciò meglio esserne in possesso (io senza la mia carta sarei persa: serve per gli alberghi, i biglietti aerei, quelli dei treni… un po’ per tutto, insomma!). Alcune prevedono il pagamento anticipato, altre in hotel, al termine del soggiorno. Valutate un po’ voi quello che fa al caso vostro. Io preferisco solitamente la seconda opzione, ma mi è capitato ancora di pagare anticipatamente senza avere sorprese di alcun tipo!

Facilissimo, vero? Una volta terminato, vi arriverà una mail da Booking con tutti i dati della prenotazione. Vi consiglio di stamparla e portarla con voi in hotel.

° ° °

Spero di essere stata chiara e di non aver dimenticato nulla!
Se avete domande, sono qui a vostra disposizione. Scrivetele nei commenti!

Jess

 

P.S.: ci tengo a precisare che questo articolo non è frutto di affiliazioni o collaborazioni di alcun genere.

Ti potrebbe interessare anche...

Come prenotare le vacanze da soli in 5 passi + 1. Al giorno d’oggi, come ben sapete, sempre più persone scelgono di prenotare le vacanze da soli, senza l’appoggio di un’agenzia viaggi, che sia per il ...
Il weekend fuoriporta: cosa metto in valigia? Donne, considerato che (il più delle volte) gli ometti devono ricordarsi giusto un paio di boxer e lo spazzolino da denti, mi rivolgo voi. Se la va...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.