L'isola di Inisheer

Isole Aran: gita di un giorno su Inisheer.

Sono certa abbiate già sentito parlare dei famosi maglioni di lana delle isole Aran, non è così? Sono conosciuti, oltre che per l’indubbia qualità, per i loro particolari “disegni”. Dovete sapere che un tempo le diverse trame contrassegnavano le varie famiglie e servivano, tra le altre cose, a riconoscere i poveri pescatori periti in mare.

Le Aran sono incantevoli isole situate all’ingresso della baia di Galway, nell’Irlanda dell’Ovest. In tutto sono 3: Inis Mór (in inglese Inishmore), Inis Meáin (Inishmaan) e Inis Oírr (Inisheer).

Inisheer, la più piccola delle Isole Aran.

Inishmore, la più grande, custodisce diverse fortificazioni che risalgono all’età del ferro (la più famosa è Dún Aengus con la sua scogliera). Inishmaan, la meno popolata, è quella che è stata meno influenzata dal turismo. Inisheer, infine, è la più piccola: come vedrete più avanti, si tratta di un vero gioiellino.

Gli abitanti delle isole Aran parlano ancora il gaelico irlandese, e soltanto di recente sono stati raggiunti della corrente elettrica e dalla televisione. Non per niente il tempo, qui, sembra essersi fermato.

Noi abbiamo scelto Inisheer, durante la nostra settimana in Irlanda, per un semplice motivo: non amiamo i luoghi affollati. E trovare posti non affollati a cavallo di Ferragosto è un’impresa piuttosto ardua! In questo caso ci è andata bene, proprio come speravamo: il nostro traghetto da Rossaveal era pieno, ma una volta arrivati sull’isola ci siamo sparpagliati per bene, e abbiamo trovato la tranquillità che cercavamo.

Mucche su Inisheer

Cosa vedere a Inisheer

Innanzitutto, potete scegliere di visitare Inisheer con diversi mezzi: le vostre gambe, se siete buoni camminatori (l’isola ha una superficie di soli 8 km²), la bicicletta o il calesse. Noi abbiamo optato per la bicicletta (12,50 euro al giorno, a testa, nel noleggio accanto al molo; proseguendo verso sinistra, il prezzo si abbassa a 10 euro). Ahi ahi ahi! Piccola premessa: non siamo degli habitué delle due ruote, ma io ero convinta (sì, colpa mia) fosse il mezzo migliore per visitare l’isola senza stancarsi troppo, mantenendo una totale indipendenza. Peccato che Inisheer sia un continuo saliscendi (con pendenze non indifferenti per dei pollastrelli come noi), le marce rifiutassero di collaborare e le selle fossero maledettamente dure… Morale: dolori atroci per molti giorni a venire. 🙄

Chiusa la parentesi bicicletta, a Inisheer quel che più colpisce è l’atmosfera. Percorrendo gli stretti sentieri costeggiati da muretti a secco, passeggiando tra le croci celtiche e le rovine di una chiesa, o anche solo ammirando le onde dell’Oceano che si infrangono contro la costa, la sensazione è quella di trovarsi in un sogno. Il silenzio e la pace che si respira su quest’isola è qualcosa di inimmaginabile, da custodire come un prezioso tesoro.

Croci celtiche a Inisheer.

Oltre a tutto questo, però, ci sono alcuni punti d’interesse che non possono assolutamente mancare in una gita a Inisheer:

Fromna Village

È il centro principale dell’isola, un piccolo villaggio dove è possibile ammirare i tradizionali cottage irlandesi; se volete bere una pinta, da Tigh Ned c’è un’ottima atmosfera!

Plassey Shipwreck

Si tratta del relitto di una nave mercantile naufragata nel 1960 a causa di una forte tempesta. L’intero equipaggio si salvò grazie agli abitanti dell’isola. Fate attenzione a raggiungere la nave, per farlo è necessario camminare su massi poco stabili. Inoltre abbiamo visto alcune persone, temerarie o forse soltanto incoscienti, addentrarsi all’interno della nave; date le condizioni della stessa, mi sento di sconsigliarvelo fortemente. Da questa posizione, se il tempo lo permette, è possibile vedere le Cliffs of Moher.

Il relitto della nave Plassey.

O’Brien Castle

I resti di questo castello del XIV secolo si trovano in cima a una collina, in un punto panoramico capace di togliere il fiato. Apparteneva al clan O’Brien, al tempo regnante.

O'Brien Castle a Inisheer.

Teampall Chaoimhain

La Chiesa di St. Kevin (in gaelico Teampall Chaoimhain), con il suo cimitero puntellato di croci celtiche, è un luogo mistico. A causa della sua posizione, talvolta viene sotterrata dalla sabbia portata dal vento.

Chiesa di St. Kevin a Inisheer.

Come raggiungere Inisheer

Nei mesi estivi è possibile raggiungere Inisheer sia da Rossaveal (Aran Island Ferries), come abbiamo fatto noi, sia da Doolin (Doolin2Aran Ferries). Noi abbiamo prenotato il biglietto a/r online al prezzo di €. 22,50 a persona.

Il molo di Rossaveal dista 40 km da Galway, circa 45-50 minuti di strada piuttosto larga e con un panorama mozzafiato. Potete lasciare la macchina nell’apposito parcheggio, che costa 7 euro al giorno ed è da pagare al ritiro della vettura. Dopodiché ritirate i vostri biglietti (se, come me, li avete prenotati online) all’ingresso del parcheggio e recatevi al punto di imbarco segnalatovi. Noi non abbiamo trovato coda, però è consigliato recarsi al parcheggio almeno 30 minuti prima della partenza.

Noi siamo partiti da Rossaveal con il traghetto delle 10.30 e siamo arrivati sull’isola un’ora più tardi. Fate attenzione: la prima sosta è al molo di Inishmaan, perciò aspettate a scendere! La traversata è stata piacevole e rilassante, complice il sole e l’oceano perfettamente calmo. Per il ritorno, invece, abbiamo optato per il traghetto delle 16.30. A nostro avviso le ore passate sull’isola non sono state né troppe, né troppo poche: il giusto per godersela in tutta tranquillità senza il rischio di annoiarsi!

Il traghetto della Aran Island Ferries a Inisheer.

Voi avete mai visitato una delle Isole Aran? Raccontatemi le vostre esperienze, se volete! 🙂

Jess


Iscriviti alla newsletter e ricevi in omaggio la To Do List di viaggio! Inoltre, una volta al mese, ti invierò tante idee e consigli per il tuo tempo libero! 😀

*Campo obbligatorio

Iscrivendoti dichiari di aver letto e accettato la privacy policy.

Ti potrebbe interessare anche...

3 giorni con base a Galway alla scoperta della vera Irlanda. Le prime quattro notti della nostra settimana in Irlanda abbiamo deciso di pernottare a Galway, ottimo punto di partenza per esplorare le principali ...
Una settimana in Irlanda: informazioni utili. Per inaugurare la nuova rubrica mensile dedicata all'Estero, ecco a voi il primo post relativo al nostro ultimo viaggio in Irlanda, con alcune inform...

4 commenti su “Isole Aran: gita di un giorno su Inisheer.”

  1. Adoro questi paesaggi e poi la luce al nord rende tutti i colori pastello e polverosi che nelle foto rendono un sacco! Sono stata in Irlanda ma… ad accompagnare i ragazzini in vacanza studio ahah! Non ho potuto godermi il viaggio come avrei voluto! 😀

  2. Che bello, avendo io visitato Inishmore, leggere ora di una giornata su una delle altre splendide isole Aran!
    E quant’è bello tornare con la mente a quei momenti, a quella atmosfere, a quei luoghi che, dico sinceramente, non pensavo fosserò… COSì!!!

    1. Grazie, Elena! Sono curiosa di sapere cosa mi sono persa ad Inishmore, ne parlano tutti così bene…! 😀 Le Isole Aran sono davvero magiche, sembra di essere su un altro pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Network Integration by Acurax Social Media Branding Company
Scroll Up