La rocca di Soncino

Soncino: la Rocca e il Museo della Stampa.

Soncino (CR).

Sulle rive del fiume Oglio, a una trentina di chilometri dalle città di Cremona, Brescia e Bergamo, si erge l’affascinante borgo di Soncino.

Grazie al suo centro storico medioevale circondato da mura del XV secolo, Soncino dal 2008 fa parte de “I borghi più belli d’Italia”, riconoscimento a mio avviso davvero meritato. È un luogo senza tempo, lontano dal caos della città e dalla modernità.

Durante l’anno, nel borgo di Soncino si svolgono svariati eventi, tra i quali le rievocazioni storiche, la Festa di Primavera e il misterioso “Halloween in Rocca” la sera del 31 ottobre.

La rocca di Soncino

 

La Rocca Sforzesca di Soncino.

Via Guglielmo Marconi.

Realizzata nel 1473 per volere del Duca Galeazzo Maria Sforza, la Rocca Sforzesca domina, con la sua imponenza, l’intero borgo di Soncino.

Inizialmente venne eretta a scopo difensivo; nel 1536, però, Soncino diventò un Marchesato, infeudato agli Stampa, che fecero della Rocca la loro residenza. Quando l’ultimo Stampa la lasciò al Comune di Soncino, la Rocca era ormai ridotta a un rudere; fu in seguito restaurata sulla base della documentazione rinvenuta.

La Rocca è meravigliosa vista dall’esterno, e anche gli interni non sono male (va un po’ a gusti in realtà, dipende molto da quel che vi aspettate). C’è soltanto la camera da letto “arredata”, ma è comunque piacevole entrare e uscire dalle varie stanze, scendere nei sotterranei, camminare sulle mura ed ammirare il paesaggio circostante, immaginando la vita di un tempo. Vi si respira un’aria antica, e credo sia molto suggestivo visitarla durante le rievocazioni storiche.

La rocca di Soncino vista dalle mura.

Dentro la rocca di Soncino

 

Il Museo della Stampa di Soncino.

Via Lanfranco n. 6.

Compreso nel biglietto della Rocca, c’è anche l’ingresso al Museo della Stampa, raggiungibile a piedi con una breve camminata. Vi avviso: è un poco difficile da trovare, defilato com’è in uno dei vicoli del paese. Vi consiglio di impostare Google Maps, se potete!

Il Museo si trova nella Casa degli Stampatori, un tempo sede della stamperia ebraica dei Soncino.

Al suo interno si possono osservare le attrezzature utilizzate in passato nella stamperia, alcune macchine da stampa manuali di fine ‘800, la ricostruzione di un torchio in legno del 1400 e un torchio a leva in ferro con il quale viene stampata, ad ogni visita, una copia della prima pagina della Bibbia.

Nonostante l’insopportabile afa di quel pomeriggio d’agosto, l’evidente passione delle due guide e l’interessante contenuto del museo sono riusciti a catturare l’attenzione dell’intero gruppo e a coinvolgere anche i più piccoli.

Pur essendo piuttosto raccolto, il museo è davvero ben tenuto e, soprattutto, adatto a chiunque.

Vi consiglio di non perdervelo!

Jess

 


Informazioni utili:

 

Parcheggio: Vi consiglio il parcheggio sotto la cerchia muraria, in Via Borgo Sotto. La Rocca ed il Museo sono raggiungibili a piedi in pochi minuti.

 

La Rocca:

Orari:
Da Novembre a Marzo:
Dal martedì al venerdì: 10.00-12:00 e 14.00-16.00
Sabato, domenica e festivi: 10.00-12.30 e 14.30-17.00
Chiuso il lunedì.
Da Aprile ad Ottobre:
Dal martedì al venerdì: 10.00-12:00 e 14.00-16.00
Sabato, domenica e festivi: 10.00-12.30 e 14.30-19:00
Chiuso il lunedì.

Prezzi: (i biglietti comprendono anche l’ingresso al Museo della Stampa e alla Sala di vita medievale)
Intero: €. 5,00
Ridotto (fino ai 18 anni; oltre i 65 anni; gruppi > 25 persone con prenotazione): €. 3,50
Famiglia: €. 11,00
Scuole materne: €. 1,00

Accessibilità: Ci sono un bel po’ di scalini, ma sinceramente non ricordo se vi fosse anche una “soluzione” per i diversamente abili.

Bar: Ce n’è uno a pochi passi dalla Rocca.

WC: Presenti.

 

Il Museo della Stampa:

Orari:
Da Novembre a Marzo:
Dal martedì al venerdì: 10.00-12.00
Sabato, domenica e festivi: 10.00-13.00 e 15.00-18.00
Chiuso il lunedì.
Da Aprile ad Ottobre:
Dal martedì al venerdì: 10.00-12.00
Sabato, domenica e festivi: 10.00-13.00 e 15.00-19.00
Chiuso il lunedì.

Prezzi: Vedi prezzi Rocca.

Accessibilità: C’è una sola scalinata per accedere al secondo piano.

Bar:

WC: Non pervenuti, ma sicuramente presenti.

Sito ufficiale 

Pagina Facebook 

Ti potrebbe interessare anche...

La Rocca di Lonato e il Museo Casa del Podestà. Lonato del Garda (BS). Via Rocca n. 2. Il paese di Lonato del Garda è spesso messo in disparte a favore del vicino Desenzano del Garda, sulle spond...
Il Castello Bonoris tra ambienti fiabeschi e storie d’altri tempi. Montichiari (BS). Colle di San Pancrazio. In occasione della festività del 25 aprile, sfruttando una meravigliosa giornata di sole, io e Alessandro...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.