Torbiere del Sebino in provincia di Brescia

Le Torbiere del Sebino, tra canneti e specchi d’acqua.

Provincia di Brescia.

Incastonata tra la Franciacorta e il Lago d’Iseo, la Riserva Naturale Torbiere del Sebino è una vera e propria oasi di pace, un paradiso per gli appassionati di fotografia e di birdwatching, il posto ideale per chi vuole passare qualche ora a diretto contatto con la straordinaria bellezza della natura.

Si tratta della zona umida più estesa della provincia di Brescia , dichiarata di importanza internazionale, e si sviluppa su una superficie di 350 ettari; ha avuto origine, come suggerisce il nome stesso, dall’attività di estrazione della torba, cessata solamente intorno agli anni 50.

Alle Torbiere del Sebino è possibile avvistare numerose specie di volatili stanziali o migratori, oltre ad alcuni micromammiferi (roditori e insettivori).

Noi abbiamo visitato la riserva naturale il 1 maggio e purtroppo siamo riusciti a scorgere soltanto un paio di cigni. Vi consiglio quindi di visitare le Torbiere in giornate con bassa affluenza, oppure in autunno, con i meravigliosi colori del foliage che in questa riserva immagino diano il meglio di sé.

Cigni alla Riserva Naturale Torbiere del Sebino.

Vi avviso che è proibito introdurre cani nella riserva, poiché potrebbero spaventare gli animali selvatici presenti. Stesso discorso per le persone: niente musica, grida o chiacchiere sguaiate da mercato di paese.
Non è possibile poi introdurre biciclette all’interno della riserva naturale, ad eccezione del tratto della ciclabile Brescia – Paratico, che attraversa il percorso Sud. Per il resto, vigono le regole della buona educazione e del buon senso. È in particolar modo vietato fare il bagno, uscire dai sentieri tracciati, fare pic-nic o utilizzare droni e affini.

All’interno della Riserva Naturale Torbiere del Sebino si trovano due diversi percorsi circolari, ai quali è possibile accedere da diversi ingressi posti nei comuni di Corte Franca, Provaglio d’Iseo e Iseo.

La mappa della Riserva Torbiere del Sebino.

Percorso Nord / Centrale

Lunghezza: 5 km;

Ingressi:

  • Iseo – Centro Accoglienza Visitatori, Via Tangenziale Sud (erogatore automatico);
  • Provaglio d’Iseo – Monastero San Pietro in Lamosa (erogatore automatico);
  • Provaglio d’Iseo – Trattoria Fontanì, Via Sebina n. 115 (rivenditore).

Punti di interesse:

  • Centro Accoglienza Visitatori, dove è possibile guardare un filmato sulla Riserva, noleggiare (gratis) i binocoli per il birdwatching e osservare alcuni acquari contenenti pesci d’acqua dolce;
  • Torretta di avvistamento per il birdwatching;
  • Vasche per la pesca (regolamento).

Percorso Sud / Centrale

Lunghezza: 4 km;

Ingressi:

  • Corte Franca – Infopoint, Via Segaboli (erogatore automatico);
  • Provaglio d’Iseo – Monastero San Pietro in Lamosa (erogatore automatico);
  • Provaglio d’Iseo – Trattoria Fontanì, Via Sebina n. 115 (rivenditore);
  • Provaglio d’Iseo – Il Viandante Franciacorta (c/o stazione ferroviaria di Provaglio d’Iseo), Via Stazione Nuova n. 20 (rivenditore).

Punti di interesse:

  • Terrazza panoramica per il birdwatching;
  • Monastero San Pietro in Lamosa;
  • Vasche per la pesca (regolamento).

Entrambi i percorsi, come potete vedere, hanno in comune il tratto centrale, senza alcun dubbio il più suggestivo. Lunghe passerelle in legno che accarezzano l’acqua, con le colline moreniche a far da contorno. Uno spettacolo per gli occhi, ma anche per le orecchie: il silenzio di questo posto è qualcosa di meraviglioso.

Un tratto del percorso centrale alle Torbiere del Sebino.

Non avendo esplorato il tratto Nord, non posso dirvi quale sia il migliore tra i due. Noi abbiamo optato per il percorso Sud semplicemente perché più corto, e ne siamo rimasti incantati. Vi consiglio quindi di sceglierlo in base alla vostra resistenza, tenendo in considerazione che il sentiero è a tratti sconnesso, con sassi e radici sporgenti che rallenteranno inevitabilmente il vostro cammino. Noi, per percorrerlo, abbiamo impiegato circa un’ora e un quarto.

In conclusione, vi consiglio fortemente di visitare la Riserva Naturale Torbiere del Sebino, perché è uno di quei luoghi che ti restano dentro, di cui non ti stancheresti mai di percorrerne i sentieri. Ma tenete presente che siete ospiti in un’area protetta di importanza internazionale: abbiate rispetto per la natura che vi circonda e per l’impegno di chi ogni giorno lavora per mantenere intatto questo angolo di pace.

Jess

Informazioni utili:

Orari: le Torbiere del Sebino sono aperte ogni giorno (festività comprese) dall’alba al tramonto.

Prezzi: per i residenti nei comuni di Corte Franca, Provaglio d’Iseo e Iseo l’ingresso è gratuito, mentre per i non residenti il costo è di €. 1 a persona. Potete acquistare i biglietti presso gli erogatori automatici (che accettano esclusivamente monete da un euro) oppure presso i vari punti vendita in prossimità degli ingressi (vedi sopra).

Accessibilità: all’interno della Riserva sono presenti alcuni gradini, talvolta ripidi, e dei tratti in salita. C’è un breve percorso adatto ai visitatori con disabilità che inizia dall’entrata di Iseo (Nord).

Parcheggio: noi abbiamo lasciato la macchina nel parcheggio della Trattoria Fontanì, sulla strada tra Provaglio d’Iseo e Iseo (tra l’altro un posto meraviglioso in cui fermarsi a mangiare, con tavolini all’aperto e tanto verde tutt’attorno). In ogni caso, vi sono parcheggi più o meno grandi ad ogni ingresso.

Bar: No.

WC: No.

Sito ufficiale

Pagina Facebook

Ti potrebbe interessare anche...

Il Palio di Isola Dovarese: filum inventum. Isola Dovarese (CR). Dal 6 all'8 settembre si svolgerà, nell'omonimo paesino in provincia di Cremona, il caratteristico Palio di Isola Dovarese, ...
Giro del Lago di Garda in macchina, tra panorami mozzafiato. Il giro del Lago di Garda è una di quelle cose che meritano di essere fatte almeno una volta nella vita. Lungo le sponde del Benaco è facile imbat...
Sirmione, la perla del Lago di Garda. Sirmione (BS). Sirmione è senza alcun dubbio uno dei paesi più incantevoli che si affacciano sul Lago di Garda, in grado di conquistare il cuore al p...
L’Antica Strada Valeriana: in cammino lungo le sponde del Lago d’Iseo. Oggi CounTrips ospita il racconto di una persona che, come me, ama esplorare i dintorni; l’unica (enorme!) differenza è che lui e la sua famiglia sono...

4 commenti su “Le Torbiere del Sebino, tra canneti e specchi d’acqua.”

  1. Da birdwatcher wannabe amerei questo posto, che quiete 😍
    Grazie per aver specificato che le chiacchiere sguaiate da mercato non sono ammesse… Bisogna renderle tabù assoluto! 😄

    1. E’ un posto fantastico, credimi! Sembra di essere in un altro mondo… 🙂 Le chiacchiere da mercato mi perseguitano ovunque, non le sopporto proprio! Capisco che a una certa età l’udito non sia più lo stesso, ma non è necessario parlare sempre-sempre!

  2. Non conoscevo questo posto! Quindi sono felice di averlo fatto perché mi sembra un posto super per scattare fotografie! 🙂 Deve esserci una pace incredibile

    1. È un posto bellissimo, credimi! Soprattutto se becchi una giornata in cui c’è poca gente sui sentieri. Ti trasmette una tranquillità pazzesca… 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Network Integration by Acurax Social Media Branding Company
Scroll Up